Murphy ed io

Quando al mattino ti svegli perchè il tuo gatto per imperscrutabili motivi atterra sul tuo posteriore, ivi aggrappandovisi…
quando vai da tua cugina senza ombrello, e si mette a piovigginare, e stai da lei finchè la pioviggina smette, e quando decidi di tornare a casa perchè ha smesso, giri l’angolo e arriva l’acquazzone
alla 23 di sera non puoi che  scoprire che tuo figlio, già rientrato a Ginevra, ha smarrito la tua auto, che  serve al mattino, e allora esci  nella notte a cercarla, mentre piove il piovibile.
Murphy mi ha concesso di ritrovarla, dopo quasi un’ora di giri per le  strade,  ma sono certa per un solo scopo: poterla riperdere.

Annunci

9 pensieri su “Murphy ed io

  1. giovanni c

    (qua di fianco, c’è la vicina di casa che si lamenta perché sente i topi. SENTE I TOPI, capì? In aperta campagna, senza nessuno attorno, questa cretina impedita sente i topi. Se, ogni tanto, uscisse di casa la sera, vedrebbe che, in fondo alla salita che porta a casa, c’è un simpatico ritrovo di pipistrelli – questo commento non commenta, ma è per dire che la vita piace perché è bislacca)

    Rispondi
    1. tiptop Autore articolo

      Forse appunto per il silenzio sente i topi, o forse il topo… di biblioteca.
      Poi, è risaputo che i pipistrelli sono topi diventati angeli…
      (non solo la vita anche le risposte delle blogger sono bislacche)

      Rispondi
  2. ele

    dio è terribile. io mi sento davvero male quando accadono, ma non mi accadono, perchè io mi sono davvero rotta le scatole di dover raccapezzare sempre le dimenticanze degli altri, questi accadimenti. e che non la si finisce più di prestare aiuto, se si continua a darlo indefessamente !! sono cattiva ma dico no. la mamma sì, ma fino ad un certo punto ecchediamine !!che ognuno riesca ad essere una persona. responsabile.

    Rispondi
  3. ele

    parlavo ieri con una nostra coetanea. non ci raccapezziamo di come siamo riuscite ad avere figli di tal genere. non si trattava di andare a recuperare auto, ma quasi. nel genere insomma, e anche nella comunicazione. boh?! tante ribellioni e contestazioni ed ora eccoci ridotte a sceme. vecchie (non ancora, non tanto) e sceme. epperò delle dee, delle maghe, capaci di tirargli sempre fuori le castagne dal fuoco. no. tocca recuperare.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...