Archivio mensile:maggio 2007

Uffa non potrebbe capitare qualcosa che mi faccia sorridere oggi? Non mi sopporto,  e per di più non c’era Mandou a farmi il cappuccino, il cinese me lo ha servito ustionante e senza schiuma.  Dai, un sorriso… oggi ho anche pagato 980 euris di dentista….

Annunci

Carino! Non lo avevo ancora notato magari è diffusissimo ma si sa, l’ho già detto, che noto i particolari e non vedo le cose enormi… sul template di  www.sifossifoco.splinder.com  , a destra, verso il basso, c’è un trittico,   Dio, Patria, Famiglia… direi efficace, come immagine.

Eravamo quattro amici al bar…
Aperitivo con gli amici del corso di scrittura, quelli che quest’anno non si erano reiscritti,  ma verranno per il laboratorio sul  romanzo… gruppetto dimezzato insomma.Abbiamo riso tanto. Forse perchèdi cocktail ne abbiamo bevuti due… per me è tantissimo, uno sbagliato ed un bellini.
Abbiamo scelto un locale magrebino con il cus cus, che finalmente ho assaggiato, vivendo mentre mi servivo il mio immancabile momento fantozziano. Il tavolo con i piatti di portata era vicino alla porta, automatica, se ti avvicinavi a prendere il cuscus si spalancava. A me ha fatto volare il tovagliolino e per tenerlo fermo mi è caduta dal piatto la forchetta, che con leggiadre evoluzioni si è infilzata nei maccheroni sottostanti.

Giusto, la pizza di ieri sera!
Il capofamiglia mi ha chiesto  se andavamo  a piedi o in macchina, certo, a piedi, è vicino. Così ci siamo diretti insieme alla pizzeria, il solito "insieme", lui metri avanti ed io dietro. Lui inspiegabilmente parlava, ed io dietro, non sentivo.
Arrivati al ristorante, ho cheisto alla suocera se potevo essere esonerata dalla pizza e prendere un secondo.Certamente. Insomma, al ristorante la pizza l’ha ordinata solo il capofamiglia. Alla  suocera veniva da piangere perchè temeva di non avere abbastanza soldi per pagare il conto,e se la pigliava con sua figlia che aveva detto" perchè non andiamo in pizzeria?", inviece di  "perchè  non andiamo al ristorante?", che avrebbe portato con sè più soldi.  Una mia cognata ha portato enne foto del suo nuovo cane da vedere, l’altra ci ha messo ore per ordinare sedanini ben cotti, per riuscire a masticarli bene.La cena è durata poco perchè nessuno ha avuto il coraggio di ordinare nè il dolce nè il caffè. La cognata dei sedanini si è fatta impacchettare la paillard avanzata,  per portarla  a casa al suo cane.  Il conto corrispondeva esattamente all’importo pizzesco preventivato dalla suocera. Fuori dalla pizzeria abbiamo scrutato il cielo prevedendo pioggia, è stato un momento di abluzione collettiva, a me non importava andare a piedi, tanto la doccia la dovevo fare (intendevo che non mi importava bagnare i capelli), e a mia suocera non importava che si bagnassero il piedi nei sandali,  tanto si lavavano.
Credo di essere riuscita a rimanere impassibile davanti alla decisione delle tre donne di venire a casa nostra a bere il limoncello. Ma no cara non importa, se hai finito il limoncello e il mirto non fa niente,  va benissimo un caffè. Per fortuna il pensiero del rispettivo cane per tot 3  cani relitti in un’unica abitazione , le ha fatte trattenere poco. Io le scrutavo,  quelle tre donne, e noto come le due sorelle siano sempre pronte ad attaccarsì, e la suocera lamentosa, ho guardato anche il capofamiglia pensando  che poverino ci era cresciuto i mezzo,a quelle tre, sono la sua famiglia, non ha altri parenti.

Invece queste foto sempre dal ripescaggio delle cose che mi sono sentita di salvare dalla pattumiera… io  non  so chi sono, ma sono belle, credo siano persone tutte che non ci sono più, ce ne erano tante altre bellissime di foto  ma non penso di poter mettere terzi viventi in rete…
Queste foto le metto perchè comunque non penso di mancare di rispetto a nessuno…

potrei azzardare mio padre, a destra, con i tre fratelli, ma non so, sono troppo piccoli.

qui a destra  invece non mi sembra di riconoscere nessuno,dietro la foto non c’è scritto nulla,
si direbbe un albero genealogico!

e qui sotto, credo che la coppia centrale siano i  miei nonni materni, e il ragazzo sulla sinistra un mio zio, e poi non so.

COME NON SONO ADESSO  ovverossia
I TEMPI CHE FURONO E NON SONO PIU’ ovverossia
ADESSO NON SONO PIU’ COSI’
purtroppo.

Battesimo


due anni?

tre?
cavoli, una mia foto da infante ha mezzo secolo…
no lasciamo perdere il conto in secoli
comunque non metto 52 foto

vestita da Bambina Natala

chissà dove dovevo andare quel giorno, o dove ero stata…

prodromica

Già davo prova del mio carattere
Ero a Rapallo, chissà dove pensavo di andare
non mi sarei potuta muovere con le briglie così

insomma a Cortina  avevo i  miei problemi

La fatidica Comunione
la foto in bianco e nero salva il vestito ingiallito

cambio di look alla Prima Comunione
di mio nipote però
circa anni 23 credo…
e anche qui non era la mia faccia

ecco il mio abito nuziale
era luglio 1982 il giorno non lo ricordo mai
convivevo, ero al terzo mese
e anche qesta non mi sembra la mia faccia

RICORDO:
QUESTO E’ IL PASSATO
       il presente è ben diverso.
sigh.
p.s. questo post lo lascio un po’, poi lo toglierò dal pubblico, le foto sono comunque visibili  su Flickr.

Un compleanno che festeggio volentieri…
Stasera pizza con suocera, per festeggiare il suo compleanno… ha un anno in più  eh eh eh!
Naturalmente anche le due cognate…
insomma tutti, tutti in una volta.
Ed è anche un periodo che non ho voglia di pizza.
Vabbè, speriamo che abbiano sonno presto.
Carogna che sono.

Penso che al suo posto avrei potuto morire…

questa è mia madre che va all’altare in Sant’Ambrogio, era forse il 1936….E’ tra le foto che ho portato a casa, mio fratello svuotava i cassetti, aveva intenzione di buttare tutto via. C’è da dire che il grosso delle foto di famiglia lui se le è già prese da tempo. Sono impressionanti gli album, a parte che uno porta le foto del funerale  della nonna Maria, che in vita non ho mai conosciuto, compresa la nonna composta sul letto di morte…BRRRR. Dicevo gli album sono in pelle,  con rilievi, chissà se hanno un valore. Quello del funerale è logicamente nero e cupissimo, ma quelli in pelle marrone sono belli. E comunque non li venderei.
Io mi sono sposata in maniera invisibile. Sarei morta con uno strascico così. Una passarella  così. Ecco..e a me il vestitino della comunione ingiallito però. Qua mi sa di balocchi e profumi.

Stamattina c’era il sole. Ed ho sentito un tuono. Ho detto al capofamiglia come era strano che il cane non fosse agitato per il tuono, e mi ha risposto che non era mica un tuono.

E’ uscito col cane e ho sentito una serie di altri  non- tuoni, poi uno scroscio d’acqua, col sole.

E’ risalito con le sue calze infradiciate  nei sandali ed è corso a prendere il pullman, avvisando che il cane terrorizzato non aveva fatto nulla.

Stavo facendo la doccia dopo aver rifatto i letti…insomma ho riportato fuori il cane, non poteva aspettare dalla sera prima fino al  ritorno da scuola della Princess.

Poi ho visto nel cestino dei guinzagli le chiavi di casa del capofamiglia. Oggi all’ora del suo rientro non saremmo state in casa nè la Princess nè io.

Allora sono scesa dalla vicina, convenevoli, scusandomi per l’ora presta, sì, da loro potevo lasciarle, qualcuno a quell’ora ci sarebbe stato.

Ho telefonato al capofamiglia, lo sapeva di aver dimenticato le chiavi. Ok sono dalla vicina. Avviso in ufficio: arrivare  arrivo, serie di contrattempi.

Filobus…salgo, dopo poche fermate scendo, perchè scendiamo tutti: è guasto.

Avviso l’ufficio… Intorno a me sono tutti incazzati, a me viene da ridere, penso quale sarà la prossima.

Supero la prova bancomat, mi dà le banconote e non si mangia la tessera.

Sono titubante davanti all’ascensore, sono un pochino claustrofoba… non sono rimasta chiusa dentro.

Inutile dire che l’ultimo grattaevinci non vinceva nulla.

Ammetto…sono una schifezza umana …

 Intanto, per chi ama pescare nel torbido…ieri mi sono incontrata col puntello dell’altra volta, prima di andare al corso di scrittura.

Mi è venuto a prendere in ufficio, e siamo subito andati a farci  una bevuta di benza, che la prossima volta figurati se offro io, mica ancora devo mantenere i gigolò,  e poi ci siamo fermati dalla Vedova nel parchetto dietro alla Chiesa di San Lorezno,  cercando di bere dallo zampillo della fontana mi sono in realtà solo  innaffiata, tale e quale come mi succedeva da bambina, non serve essere più alte basterebbe essere solo meno imbranate…ma andava bene col caldo che c’era. In questa primavera estiva ci siamo seduti su una panchina all’ombra e, guardandoci intorno, non abbiamo potuto fare a meno di parlare di gioventù e della marja. Quando ci siamo alzati lui voleva chiedere a uno se mi faceva fare un tiro, ma io no, mica ho voluto, c’è tempo, ho tutta la vita davanti per provare. Mi ha accompagnato in macchina, facendo “combaciare” esattamente la mia portiera  con l’ingresso della libreria  dove si tiene  il corso, insomma sono entrata che tutti erano girati verso di me…odio  essere notata, GRRRR.

Oggi, la scabrosa vicenda dei grattaevinci…ora  potrò essere tranquillamente fortunata in amore, se si può amare una così stupida. Avevo già progettato di prendere 20 da 2 e 17 da 1…avrei passato la giornata  grattando, insomma.

Ma avevo ancora una volta interpretato male il biglietto…erano 5 euri, mica 35…e la Princess che voleva un regalo… Dei grattaevinci di oggi ce ne era uno solo vincente da un’euro… temo che con domani l’esperimento finirà, altro che tunnel , imperi economici…manco la pizza blogger.

Aggiornamento dal tunnel del vizio….

Ho investito  gli 11 euri vinti ieri in  2 grattaevinci da dueeuri, 6 da uneuro e un cappuccino.

Il cappuccino era buono come al solito, con doppia dose di cacao…

In ufficio ho grattato il primo di quelli da dueeuro…vinceva 35 euri… allora le mie colleghe sono balzate da me e una ha voluto portarmi rogna toccando tutti gli altri… e così ne ho trovati solo altri due che vincevano uneuro ciascuno.

Ora devo investire 37 euri… diventerò una donna d’affari e poi il  tunnel del gioco mi porterà  nella polvere…

Limiti.

Le pulci possono saltare per un’altezza pari a 130 la loro, come se un uomo di m.1,80 potesse fare un balzo di 238 m. (da Metro, 22/5/07)

Ma quanto è alta una pulce? alta…