ribellione

In attesa del  metrò giallo incombe sulla parete di fronte della galleria un manifesto con Bersani, PD, in maniche di camicia, che ci dice che la pazienza è finita, rimbocchiamoci le maniche.
Sono d’accordissimo: la mia pazienza è finita, è ora che LORO  si rimbocchino le maniche.
Io non ho più niente da dare.
Quello che si guadagna, in casa basta appena.
E a noi va già bene, se mi guardo in giro.
Se una volta avevo la certezza che al massimo nel 2016,  a 61, anni sarei stata a casa dal lavoro con una buona pensione, non ce l’ho più: non so se saranno 61, e non so se la pensione sarà buona. 
Ci contavo, per tornare ricca proprietaria del mio tempo: però mia madre ha 96 anni, e mia figlia un bimbo piccolo, e si deve costruire la sua vita, e hanno bisogno del mio tempo, adesso, non nel 2023, tanto per dire una data a caso, mi piacciono i numeri dispari.
E se penso che quel rimbocchiamoci le maniche può  voler dire  richiesta di sacrifici, ulteriore decurtazione dei servizi, maggiorazione del pagamento dei servizi, non ci sto.
Perchè lo stato, in varie forme si prende già un sacco del frutto del mio lavoro, le tasse che mi trattiene, e quelle che pago nei prodotti che compro per vivere, l’Iva del panettiere, per dire, è dentro nel prezzo del pane.
Per cui  soldi li vadano a prendere dai politici e dagli amministrativi corrotti e collusi, perchè a me sembra strano che non bastino mai. 
E anche chi stanzia fondi per un’ opera pubblica che poi rimane incompiuta, o inadatta all’uso, o si riveli assolutamente inutile, pensata  solo per far lavorare l’impresa del cugino, venga fatto dimettere senza liquidazione. 
E via di questo passo.
Io non ne ho più.
E vorrei fosse lasciato un minimo spazio per sogni e progetti e idee, perchè tutto sembra impossibile, e si soffoca, così, tra leggi e normative e tassettine.

Annunci

29 pensieri su “ribellione

  1. ANTONYPOE

    non capisco chi sono LORO. i politici? i nullafacenti? i profittatori? è evidente che saranno i soliti a rimboccarsi le maniche. ma non basterà senza il contributo di tutti. e vedo la cosa irrealizzabile. troppi interessi a tutti i livelli. anche l'uomo qualunque ha qualche interesse da difendere e qualcuno che sta più in basso

    Rispondi
  2. IsaacSky

    meravigliosamente ironica l'immagine di una cittadina stanca che si ritrova improvvisamente un cartellone pubblicitario di un politico che invita a rimboccarsi le maniche 🙂 ( oltre il danno la beffa )hai scritto cose difficili da non condividere, sono altresì arrivato alla conclusione che l'unico modo per cambiare le cose (o almeno uno dei modi) è di togliere forza ai politici, smettiamola di andare in piazza, di votarli, di finanziarli, ecc ecc . . .  organizziamo nuovi gruppi sociali alternativi e costruttivi,,, che magari un giorno prendano il posto di quei disgustosi e criminali burocrati !un salutoIsaac

    Rispondi
  3. 18sins

    un nuovo partito fatto da operai e segretari, un bello stemma al centro della scheda elettorale, con frecce in tutte le direzioni, dal centro all'esterno e attorno i simboli degli altri partiti. Dentro a questo nuovo simbolo una scritta: TUTTI IN MINIERA!Sai quanti voti si farebbero alle prossime elezioni???Ma se c'è chi ha avuto il coragio di votare questo governo e ci crede ancora…

    Rispondi
  4. tiptop

    Isaac (o confidenzialmente Sky?), sono abbastanza sfiduciata, penso che chiunque vada al governo venga fagocitato dal sistema. Chi riesce a resistere ai privilegi, alle offerte di denaro facile? Credo solo Gesù nel deserto.L'altra sera parlavo a proposito degli extracomunitari,ed uno diceva "dovrebbero fare entrare solo quelli che hanno un lavoro" ed io "ma la legge l'avevano fatta,ma poi ci sono quelli, anche ITALIANI, che procurano loro false certificazioni del lavoro" ed allora lui "beh si faranno dei controlli""si certo, ci sono i controlli, ed anche le mazzette, così molto controlli  attestano che tutto è ok)L'Italia è paese dove c'è sempre quello che si sente più furbo, e allora le cose non cambieranno mai.

    Rispondi
  5. tiptop

    Beh sì, Anthony, ma devono anche rendersi conto che tra un po' la lor poltrona non sarà più una poltrona ma una polveriera.Non si può continuare a chiedere sforzi e sacrifici ai tre italiani rimasti che hanno ancora un lavoro, quando vedi sperperi e clientelismi e superstipendi e cariche di papaveri vuote di contenuto.Non si può avere un governo che crea disoccupazione, perchè quello che succede ad esempio con la scuola non è proprio conseguenza della crisi (che secondo me è un accordo internzaionale per fare retromarcia sui vari contratti e tornare al feudalesimo, esiste solo per i ceti meno abbienti, la crisi, gli altri sembrano arricchirsi).

    Rispondi
  6. ANTONYPOE

    chiaro che sono decenni che stiamo vivendo sopra le nostre possibilità e stiamo ormai raschiando il fondo della botte. ma a questo abbiamo contribuito tutti. poi ci sono alcuni che ne hanno profittato molto

    Rispondi
  7. tempofinito

    la destra è irritante, la sinistra inesistente, quello che c'è in centro.. deprimente. la politica italiana, e credo anche la maggior parte di quella europea, ma soprattutto quella italiana, è spece dagli ultimi 10 anni una farsa, una soop opera, un brodo freddo. ossia uno schifo.hai mai notato quanti termini nuovi si inventano questi per infinochciarci meglio?riguardo al rimboccarsi le maniche, al signore di sopra puoi dire una cosa, anzi, scrivigliela bene in grosso sotto:SONO TUTTI BRAVI A FARE I RICCHIONI CON IL CULO DEGLI ALTRI!magari non è proprio francese e petali di rose, ma rende molto bene l'idea.un salutone da milano

    Rispondi
  8. AdamsRib

    Sai che quando ho visto quel manifesto del PD per la prima volta… ho pensato alla stessa cosa??Sono d'accordo con te… con la piccola differenza che io sicuramente non avrò una pensione, né buona né cattiva!Un caro saluto!

    Rispondi
  9. sasco3

    ero passato ierisera a leggere questo post….avevo anche intenzione di commentarlo ma mi era presa una rabbia indicibile mentre scrivevo la mia!!!!!……quasi alla fine mi sono reso conto del papiro vomitato sul tuo blog e l'ho cancellato!oggi vi ritorno con la convinzione di scrivere non più di una ventina di righe…….ipocriti politici del cavolo che si sbattono su un manifesto e mi chiedono di rimboccarmi le maniche??????????????????ipocriti elevati a potenza…….vi abbiamo dato la nostra fiducia ed il nostro voto nei vari governi che si sono alternati e avete solo saputo trarne vostri vantaggi economici e di potere, avete programmato il vostro presente con agi e comodità….il vostro futuro con pensioni e vitalizi da nababbi!e VOI GRANDISSIMI IPOCRITI DEL CAZZO MI CHIEDETE DI RIMBOCCCARMI LE MANICHE????????Prima di tutto la politica che un tempo caratterizzava la vita di un paese è morta e seppellita per mano vostra……oggi siete  solamentedegli affaristi speculatori che vivono con il voto della massa e si camuffano da politici per continuare ad alimentare questo sistema!!!!!!Siete un teatrino ambulante di favole e bugie…….le azioni di un politico sono finalizzate al benessere della collettività e non vi domandate se è utile e necessaria  una determinata azione…..vi domandate solo quanto costa e se c'è un ritorno economico!!!!!!!!……destra e sinistra siete un'entità unica che ci schiavizza con il tempo sottratoci ed il lavoro per mantenere in piedi esclusivamente questo sistema….IL SISTEMA!Sogno veramente il titolo di questo post……..pacifica boicottando tutto ciò che alimenta questo sistema di profitto ad ogni costo…..a scapito di tutti e a vantaggio dei soliti pochi!!!!!!!!!Mi sa che ho sforato la ventina di righe promesse…..ma ierisera era peggio…credi……Fangala il sistema!!!!!!

    Rispondi
  10. ChiaraMsT

    è questo il problema. troppe chiacchiere e troppi sogni "infranti"..perchè troppo spesso ad infrangerli sono gli interessi di pochi, e le tasche sempre meno piene di molti…facciamoci coraggio?!

    Rispondi
  11. passeggio

    Sante parole Cri. Spesso i politici non hanno nemmeno mai lavorato come Dalema, Fini, ecc… E parlano a noi di lavorare… Beh, non c'è limite all'indecenza.Grazie per il tuo passaggio dalle mie parti. In questi giorni sto latitando per problemi editoriali! 🙂 Grazie ancora.P.S. ho postato la seconda parte dell'intervista a Stefano, se vuoi fare un salto? 🙂 Ogni commento è ben accetto!

    Rispondi
  12. paroleincornice

    ma smettila!Ma chi ti credi di essere???credi forse di essere meglio di quel migliaio di milioni di cinesi che lavorano per tre euro al giorno???O meglio di quei seibarrasettecento milioni di indiani che gli euro non sanno nemmeno cos'è???o come quei dueribarratrecento milioni di sudamericani che se un pigliano un chilo di coca non arrivano a sera???c'hai due gambine e due braccine come loro.Vedi di darti da fare!!!Vedi di lavorare quasi a gratis fino a che le tue ossa non si sgretolano e non ci rompere gli zebedei con la pensione che te manco col canocchiale di Galilei la vedi…(uno controcorrente ci vòle… )

    Rispondi
  13. tiptop

    dai che oggi sono andata a un patronato per vedere quando posso andare in pensione (prima che finiscano i soldi)…marzo 2016, E in più,mancano tutti i contributi dal 12/2004.!

    Rispondi
  14. raccontatore

    Sognare un po' fa bene, ma non troppo. Poi, passati quei cinque minuti, meglio tornare ad aprire gli occhi perchè il sogno se troppo duraturo crea illusione e fa scambiare la vita, la realtà con quello che no esiste.Scrivi di LORO, ma guarda che quei loro siamo anche noi, solamente che non siamo al loro posto e ci possimo solo lamentare di non esserlo.Buona serata

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...