casse-noisettes

 
Mi è capitato ultimamente, durante un film, di venir assalita da un brano di musica classica, sì sì, assalita.
Mi ha preso come una sensazione di mancanza.  
Da tanto tempo non mi fermo ad ascoltarne.
Non sono una conoscitrice, e mi sono sempre persa nei numerini e nelle sigle che compongono i titoli, come la Bibbia.
Mi piace, o non mi piace.
Mi piace l'armonia, la leggerezza, l'impeto…
Ma non è solo questo tipo di mancanza, non ascoltarla da tempo.
E' la sensazione di ritrovarmi in  un mondo sincero, la stessa sensazione che riprovo in riva al lago coi lampioni liberty, e le camelie  e le azelee, che non tutto è perso, non tutto ancora è volgarità e grettezza. 
Sono brandelli della mia vita passata, che posso ritrovare, di quando di anni ne avevo pochi, e le cose mi sembravano oneste, e non sempre il doppio gioco di qualcosa, che ogni cosa è fatta per un guadagno di qualcuno. Non so se sono riuscita a spiegarmi.
Forse l'arte ancora come espressione dell'anima, e non una, per distinguersi, per stupire.
Forse semplicemente una sensazione di bello, ed il bello fa bene, lo dico sempre.

Annunci

4 pensieri su “casse-noisettes

  1. utente anonimo

    Mi pare che le stesse parole si possano dire di certe partite a scacchi. Dove serve attenzione, tempo, pazienza – e se te li prendi (con leggerezza, meglio, ma funziona anche se li prendi con durezza) è più facile che la bellezza scaturisca ed entri nella tua vita.
    In certi contesti è meglio che non sia facile – l'impegno è un valore.

    Guido

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...