a chi il carbone?

L'assistenza informatica per i Tribunali… non ci sono i fondi.
La carta igienica a scuola… non ci sono i fondi, ma neanche per la carta delle fotocopie.
La maestra di mia figlia chiedeva al fondo di classe dei genitori anche le biro  rosse, ma questo credo fosse un problema suo.
Qualunque cosa si debba fare nel pubblico, per il pubblico, non ci sono i fondi.
I servizi che ci sono, si tagliano, non ci sono i fondi.
Ma ci sarà un motivo perchè mancano i fondi, quando gli italiani pagano le tasse, pagano in più  anche un ticket o un qualcosa sui servizi che utilizzano, che di gratuito c'è sempre meno.
Mi sembra un ragionamento così semplice: da qualche parte i fondi vanno, dobbiamo trovarli.
E non so perchè, li vanno sempre a cercare da chi paga due volte le cose, ma sì dai, facciamogli pagare un po' di più ancora, o togliamogli anche quello, facciamo che pagano, ma poi non c'è il posto,  come l'asilo nido.
Mai che ci sia una seria revisione dei superstipendi, dei supermanager, delle superconsulenze, e dei superlavori che non servono a nessuno.
Per esempio, quanto abbiamo pagato l''impresa che ha fatto gli scivoli agli angoli dei marciapiedi di Milano?
Non ce ne è quasi nessuno che non abbia un saltino, in fondo al quale non si formino piscine quando piove.
Invece di pagarli, io mi farei risarcire da chi ha lavorato così male.
Volete  incassare più tasse? basta che aumenti il numero delle persone che lavora.
Si formeranno delle famiglie, che consumeranno, e contribuiranno così a far lavorare le aziende.
Per governare bene si deve favorire il benessere della popolazione, non soffocarlo.
Oh! ecco, l'ho detto, mi sembrano dei concetti così semplici, sono così difficili da realizzare?

Annunci

7 pensieri su “a chi il carbone?

  1. tiptop

    Trovata su Internet, con la chiave di ricerca carbone.
    E' dura, sì, non sempre ci si rendo conto cosa sia il lavoro fisico, o il lavoro alla catena di montaggio, io per prima, quindi è bene ogni tanto pensarci: a chi il governo chiede sacrifici.

    Rispondi
  2. treeonthehill

    E' un "vizio" comune a tutte le città quello di smantellare asfalti e rifarli, dopo settimane di strade chiuse e traffico impazzito, con rattoppi e buche varie.
    Anch'io ogni volta, terminata l'opera, mi chiedo: ma è possibile che non ci sia una penale per queste ditte che hanno fatto questo schifo di lavoro?

    Rispondi
  3. ladygabibbo

    me lo chiedo anche io..qui hanno rifatto i marciapiedi, però evidentemente non hanno fatto un buon lavoro, in mezzo al marciapiede ci sono lagni, definirli pozzanghere è riduttivo…

    Rispondi
  4. utente anonimo

    Foto spaventosa, ma il tuo post è molto reale.  Dal mio stipendio ogni mese in sacco di soldi se ne vanno in tasse.  SONO PROPRIO STUFA !!!! Viola

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...