Italian Sharia

Ieri sera sono stata alla presentazione di questo libro, a proposito del quale avevo già letto un’intervista all’autore Paolo Grugni.

Come solitamente e appositamente accade, si parla del libro, oltre all’autore erano presenti un arabista islamologo e la fautrice dello sciopero degli immigrati (mi perdonino se non ricordo i nomi) e Carlo Monguzzi. Non mi sto a dilungare in quello che poi si ritrova anche nella quarta di copertina, o in Internet, sulla trama, anche perchè non avendolo ancora letto (però intanto l’ho comprato) potrei dir poco di mio in più. E poi non sono una vera e propria recensora.

Mi piace fare degli appunti estemporanei, per esempio si è detto della facilità  con cui imparano l’italiano gli  extracomunitari  (meglio di tanti itagliani?)  acquisendo in breve una buona proprietà di linguaggio, e mi è uscita la battutina, forse perchè non stanno a guardare la televisione. Però chissà se è vero.

A furia di sentir dire che questo libro è crudo, è documentato, la storia è fiction calata in un contesto veritiero, che non è nè pro nè contro gli immigrati, mi sono soffermata a pensare sul fatto che non essere nè pro nè contro fosse decantata come una peculiarità, mentre forse dovrebbe essere uno status normale, poi hai le passioni, e allora sì che ti accendi e sei pro o contro.

Invece ripensandoci mi sembra che siamo sempre messi  di fronte ad una scelta alternativa, quasi mai mediata: se non sei pro, allora sei contro, o con me o contro di me. Un po’ ci sta allevando così la politica, destra e sinistra, che si riversa su di noi da mille canali, e la pubblicità: di tutto dovremmo farne un culto una passione, dal formaggino all’ultimo film in 3D. Non possiamo restare indifferenti…o medi, ci piace così così. Per  il mio carattere, è diffcilissimo essere pro o contro, a parte che penso sempre tanto sulle cose, è difficile che parta lancia in resta. E poi,  i miei anni saranno pure serviti a qualcosa, tipo comprendere che  non c’è niente di tutto giusto e bello, o tutto brutto e sbagliato, e quel che va bene a me, del tutto legittimamente può non andar bene a te.

E così anche gli immigrati, mica sono tutti uguali. Che sia colpa dell’insiemistica? Ai miei tempi alle elementari non si insegnava.

 

Annunci

3 pensieri su “Italian Sharia

  1. utente anonimo

    Sembra che tu sia relativista e, secondo me, dovremmo tutti ragionare alla stesso modo. In ogni caso, per natura, sicuramente prima o poi dovremmo scegliere per il pro o per il contro.Ciò che mi ha colpito di più del tuo post è il fatto che esiste ancora qualcuno che legge libri. Dovremmo spegnere molto più spesso la televisione che deforma il nostro modo di pensare e leggere di più, uscire all'aria aperta, passeggiare e contemplare le bellezze della natura.In ogni caso usare meno anche il pc.

    Rispondi
  2. tiptop

    Sono molto relativista… non possiamo pensare tutti allo stesso modo, non abbiam tutti un identico trascorso formativo, e non abbiamo reazioni e riscontri uguali per la medesima cosa, dai dello stupido  a uno, c'è quello che si offende e quello che ci ride  su.Le scelte arrivano, prima o poi, e devi essere pro,  o contro, e spero di arrivarci in modo ragionato e non indotto.Politicamente, so abbastanza a cosa sono contro, però quello che dovrebbe allora essere il pro, non mi sembra comunque perfetto…

    Rispondi
  3. delphine56

    Non so come ma questo post me l'ero perso. Anche a me non hanno insegnato l'insiemistica e trovo sempre difficile schierarmi. Ogni evento ed ogni situazione cerco sempre di valutarli da più punti di vista e qualche volta mi ci confondo pure. Credo che manchi il tempo per riflettere ed approfondire, la vita non è sono statistica (si-no-non so), le sue mille sfaccettature la impreziosiscono ed è come guardare le gocce di cristallo di un lampadario inondato di luce. Resto spesso abbagliata poi piano aguzzando lo sguardo riesco a trovare i punti focali, ma questo non vuol dire che sia possibile far completa chiarezza. 

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...