Apre la porta, la luce filtra rigata dalle taparelle,  non ha l’abitudine di  serrarle.
Anche dal letto le piace seguire con gli occhi le geometrie sulle pareti,  e le ombre. La  mente e la fantasia seguono gli occhi.
Erano le otto del mattino, il cielo era limpido e freddo. Sullo sfondo dei tetti delle case, sembravano vicinissime, le cime bianche delle Alpi.

9 pensieri su “

  1. utente anonimo

    Sei già nella casa nuova?
    Bacione anche per il tuo compleanno.
    Periodo per me di silenzio, troppi guai. Rintanatissima.
    Ti penso

    Marcella

    Rispondi
  2. tiptop

    Eh sì, ogni tanto la terza persona…parla quella persona alla finestra, grazie all’amico che me lo propose come avatar, e non poteva essere più azzeccato.
    Alla finestra nuova.. da questo week end, penso.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...