Quella donna vecchissima che accarezza la mano della figlia distesa su un fianco nel letto,  e le sorride, è mia madre.
Oltrepasso la porta.
Mia sorella non risponde al sorriso, le palpebre sono appena alzate e non sappiamo cosa vede, di sicuro qualcosa al di là di noi che la guardiamo.
Le accarezzo il viso, per un attimo chiude gli occhi, e poi  il suo sguardo perso.
Domani è il suo compleanno.
" Anni fa  in questi giorni aspettavo che nascesse… ora invece…"
Si asciuga gli occhi, la prendo per mano, la sua è fredda, la mia è calda, anche quella di mia sorella è calda.
Non ricordo altre volte in cui ho provato tenerezza per la mamma, ed in cui l’ho vista con gli occhi umidi, che non fosse per se stessa.

Annunci

12 pensieri su “

  1. Strato2006

    Ultimamente mi capita di pensare che tra non moltissimo, toccherà a me provare queste sensazioni… ed è come provarle già, e mi si inumidiscono gli occhi al pensiero di mia madre e mio padre. La vita è proprio una ruota.
    Forza.
    Ciao
    Giorgio

    Rispondi
  2. utente anonimo

    solo passandoci attraverso.
    solo permettendo al dolore di attraversarci attraverso occhi polpastrelli respiro e tenerezza non lo tratteniamo più del dovuto. e convivendoci impariamo che piano piano ci permette di tornare a respirare. e vivere.
    respira.
    un abbraccio forte.
    movida sloggata

    Rispondi
  3. auxesia1

    Questa sera, all’uscita dal’ufficio, avevo un turbine in testa, bisogno di rilassarmi prima di arrivare a casa, prima di ricominciare. Quando sto così prendo la macchina e faccio un giro nelle strade meno affollate, giusto per riprendere fiato. Guido senza sapere dove sto andando e oggi mi sono ritrovata in una strada percorsa 6 volte al giorno giusto qualche mese fa. Mi sono ritrovata davanti a quell’ospedale che conosco così bene. Ho ripensato a quelle giornate e ho ripensato a questo scritto, all’impotenza che si prova dinanzi a certi fatti, all’attesa straziante, desiderata e odiata allo stesso tempo.
    E forte mi ha aggredito quel senso di colpa per non esserci stata quando l’attesa è finita………

    Rispondi
  4. tiptop

    capisco cosa vuoi dire…però eri rimasta prima, quando la cosa era più pressante…avevi pensato tutto per bene, e poi c’è il destino. E la vita che continua, deve continuare. Ti abbraccio.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...