Quella donna vecchissima che accarezza la mano della figlia distesa su un fianco nel letto,  e le sorride, è mia madre.
Oltrepasso la porta.
Mia sorella non risponde al sorriso, le palpebre sono appena alzate e non sappiamo cosa vede, di sicuro qualcosa al di là di noi che la guardiamo.
Le accarezzo il viso, per un attimo chiude gli occhi, e poi  il suo sguardo perso.
Domani è il suo compleanno.
" Anni fa  in questi giorni aspettavo che nascesse… ora invece…"
Si asciuga gli occhi, la prendo per mano, la sua è fredda, la mia è calda, anche quella di mia sorella è calda.
Non ricordo altre volte in cui ho provato tenerezza per la mamma, ed in cui l’ho vista con gli occhi umidi, che non fosse per se stessa.

12 pensieri su “

  1. Strato2006

    Ultimamente mi capita di pensare che tra non moltissimo, toccherà a me provare queste sensazioni… ed è come provarle già, e mi si inumidiscono gli occhi al pensiero di mia madre e mio padre. La vita è proprio una ruota.
    Forza.
    Ciao
    Giorgio

    Rispondi
  2. utente anonimo

    solo passandoci attraverso.
    solo permettendo al dolore di attraversarci attraverso occhi polpastrelli respiro e tenerezza non lo tratteniamo più del dovuto. e convivendoci impariamo che piano piano ci permette di tornare a respirare. e vivere.
    respira.
    un abbraccio forte.
    movida sloggata

    Rispondi
  3. auxesia1

    Questa sera, all’uscita dal’ufficio, avevo un turbine in testa, bisogno di rilassarmi prima di arrivare a casa, prima di ricominciare. Quando sto così prendo la macchina e faccio un giro nelle strade meno affollate, giusto per riprendere fiato. Guido senza sapere dove sto andando e oggi mi sono ritrovata in una strada percorsa 6 volte al giorno giusto qualche mese fa. Mi sono ritrovata davanti a quell’ospedale che conosco così bene. Ho ripensato a quelle giornate e ho ripensato a questo scritto, all’impotenza che si prova dinanzi a certi fatti, all’attesa straziante, desiderata e odiata allo stesso tempo.
    E forte mi ha aggredito quel senso di colpa per non esserci stata quando l’attesa è finita………

    Rispondi
  4. tiptop

    capisco cosa vuoi dire…però eri rimasta prima, quando la cosa era più pressante…avevi pensato tutto per bene, e poi c’è il destino. E la vita che continua, deve continuare. Ti abbraccio.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...