non c'è afa qui

ma magari neanche a Milano.
Ieri pomeriggio mi sono messa a leggere all’ombra, sotto l’ippocastano, lo sguardo sulle colline e il profumo di menta nell’erba tagliata da poco, e di fico dalla pianta vicina. La vanessa volava, col suo modo di lasciarsi nell’aria, quasi andasse all’indietro. Il nido delle gazze sul pino era vuoto. I gatti pigramente venivano verso la mia sdraio, l’aria era fresca. Leggevo e mi carezzavo le spalle ed il collo, ed ho chiuso per un attimo gli occhi, pensando a momenti in cui le dita non erano le mie. E poi ho ripreso a leggere, il libro che ha scritto la mia amica , mi piace, devo dire che le ambientazioni nei secoli passati mi pigliano sempre, non per niente mi sono bevuta tutta la Austen, che mi è venuta subito in mente, forse per affinità di presenza di pianoforti.

Un pensiero su “non c'è afa qui

  1. utente anonimo

    Leggere all’ombra di un albero con la campagna che ti respira attorno… beata te! com’è poetico!
    Juliette75!
    ;-)))))

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...