Preferisco Grandmother

Nonna ha quel filino di sapore un po’… Nonna Abelarda?
Una foto del nipotino mi è arrivata via mms dalla Princess, dorme nel lettino con le braccina in su, in pace col mondo. Ancora non sa che dovrà vedersela con due gatti, che sono stati felici di questa iniziativa, acquistare una carrozzina per la micia e   un fasciatoio per il gattone sbirolo. La lotta, qui a casa, è cominciata da un po’.
Ore dieci circa "mamy,  ho delle fitte ogni 10 minuti"
"Va bene, vengo a casa"
Non sono agitata per nulla,  sono contenta che sia arrivato questo momento.
Arrivo a casa che le fitte sono ogni sette.
Dico alla Princess che andiamo in ospedale quando sente lei che è il momento.  Ripensiamo se manca qualcosa nella "valigia", la tessera sanitaria, l’acqua, il caricabatteria del cellulare, faccio come se nulla fosse, non si deve sentire agitata.
"metti gli occhiali, meglio delle lenti a contatto secondo me"
"Si lo diceva anche l’ostetrica"
Accendo il pc, lo richiudo " Ora sono ogni 4 minuti, l’ostetrica ha detto di andare quando sono sotto i 5", andiamo? Chiami il taxi?"
All’ospedale si compila un foglio e non succede nulla per un po’, poi la chiamano, io attendo fuori, guardiana di valigia. Me la vedo passare davanti, sparisce nell’ascensore con un dottore (la figlia, non la valigia). Ritorna con il responso del monitoraggio, travaglio non attivo, ci possono volere ore, meglio tornare a casa e aspettare lì.
Ritaxi. Nel frattempo a casa è arrivato il Prence,  le fitte cominciano un po’ più dolorose, le avevano consigliato un bagno caldo, è vero, la figlia in ammollo si sente meglio. Faccio un po’ di pasta e li chiamo. Le contrazioni diventano  più forte, chiama l’ostetrica, se durano un minuto, andare.
Ci imbarchiamo, durano più di un minuto. In auto la Princess soffre, ogni tanto dice" fermo", e allora apre la portiera "Non buttarti mica giù dalla macchina. dai resisti se no così non arriviamo." le dico.
Il Prence guida compunto, segue i dolori di lei nello specchietto retrovisore, mentre io forse sembro scema, cerco di portare il discorso su altro.
Questa volta la Princess piegata in due la visitano subito, Una signora di una certa età,  seduta in attesa al pronto soccorso, al cellulare brontola "Ma è una cosa da pazzi, un’altra con le contrazioni, e mi passano tutte davanti" In un Ospedale per la Maternità sono cose che capitano.
Non ero nervosa, non ero preoccupata. Ero tranquilla che tutto sarebbe andato bene, è un ciclo naturale, se si lascia fare alla natura è meglio, e mia figlia è giovane, sana, sportiva, ha fatto una gravidanza da manuale. Ho aspettato seduta davanti ad un cartello "citofonare per informazioni" e mi stavo giusto  chiedendo se dopo due ore senza sapere nulla potevo suonare, quando la porta si è aperta ed è apparsa la famigliola al gran completo. Una Princess ridente con un fagottino che ho guardato, guardare e non toccare erano gli ordini,  e poi ho guardato il Prence. "e adesso che te ne fai di due eguali?" le ho detto.




Nella sala d’attesa ci sono zone lasciate ai "graffiti"… o zone prese in possesso, non saprei.
Annunci

27 pensieri su “Preferisco Grandmother

  1. utente anonimo

    cara tiptop lo so che è stupido ma sono qui in cerca di tasti in una valle di lacrime. e mi scendono copiose e non riesco a trattenermi che è più forte di me.
    è bellissima questa storia, questo racconto di vita, è bello specie se chi legge sa che, per quanto la riguarda, non si potrà per una serie di cose legate all’età, all’improbabilità, all’ineluttabilità del tempo che passa, ecc…ecc…. poi nella vita si può decidere quasi tutto tranne se -come- e- quando essere felici. ma spesso e volentieri le cose più belle sono quelle che capitano quando non te le aspetti, quando non programmi niente e loro si presentano a te sbocciando come fiori in un giardino nel deserto.
    io penso che trovare un ospedale coi graffiti nella sala d’attesa di una sala parto sia una cosa straordinaria, un’opera d’arte o qualcosa del genere.

    tiro un sospirone, mi asciugo la faccia e vado a lavorare.

    Rispondi
  2. Ale52

    Allora: Benvenuto e congratulazioni. Solo una curiosità. Sentivo in questi giorni che i taxisti a Londra (o giù di lì) dovevano imparare a dialogare ed intrattenere i clienti. Ma vista questa mala sanità e gli andirivieni che ho letto, niente niente che qui in Italia debbano imparare a fare gli ostretrici? Ale.

    Rispondi
  3. agrimonia

    tanti auguri al tuo piccolo principe ed ai suoi genitori ^_^….il muro dei graffiti purtroppo si commenta da solo sigh!..però la signora scazzata perchè le passano davanti le partorienti è uno spasso…
    Buon “nonnaggio”

    Rispondi
  4. delphine56

    Mi sembra molto adatto Grandmother! Ci hai raccontato l’inizio della nuova avventura di vita, grazie! Invidio il tuo dominio, che non credo saprò tenere. La signora brontolante la trovi sempre e ovunque! Complimenti per Luca, ai giovani genitori ed a tutta la famiglia. ^_^

    Rispondi
  5. Gattatequila

    Non faccio fatica a giustificare l’emozione e il nodo alla gola che prende in queste situazioni. Sto leggendo un post di una donna di cui conosco a malpena il viso perché visto in foto sfuocate sul blog, di cui non so il nome ma che in questi mesi ha “condiviso con me” i momenti belli e i momenti NO, le gioie e i tormenti della sua vita e della sua famiglia. Eppure é come se fosse nato il nipote di un’amica. Congratulazioni Tip a te che ci hai emozionato e alla Princess che ha generato Luca con il suo principe.
    Un abbraccio e aspettiamo le foto

    Rispondi
  6. utente anonimo

    be’, auguri alla giovane nonna.

    la mia, dolcissima, sosteneva “sei come il mio secondo figlio”…(poi ne ha avuti altri tre, ho appreso, d’un fiato, il concetto di concorrenza, ma sono rimasto il suo preferito…)

    Rispondi
  7. lorypersempre

    Complimenti per la bellissima nascita e per l’olimpica serenità, che accompagnò anche me durante la nascita di mia figlia. E che è oltremodo salutare.
    Augurissimi, nonna, e lascia stare gli inglesismi non necessari ;)))))
    Leela

    Rispondi
  8. tiptop

    Graziissime a tutti… ma qualcuno lo devo “rimbeccare”!
    Anonimista… sempre dispettoso, pensa che dovevi essere tu il papà, il mio genero mancato!

    Anonimo… come fosse qui riportato mms!

    Ale52… non sono poi stato tanto male, gli ostetrici, ed oggi il suio ginecologo ha telefonato a mia figlia (ma quando mai?)… devo dire che i tassisti sono stati eccezionali!

    Mimmo, ora e sempre ;PPPPPP

    Gattatequila…ci sono foto meno sfuocate adesso su flickr… da spavento! 😉

    Cletus…come fai ad esserne sicuro? ;D

    Mdp non lo so, chi sono quelli di poche parole?

    Rispondi
  9. ziomarianu

    augurissimi, ma poi perchè ti presenti dicendo che cerchi di sopravviverti, la vita in tutto ci da momenti di felicità poi il tuo inquesto momento dev’essere il massimo.

    Rispondi
  10. dannella

    Mi unisco al coro di benvenuto al piccolo Luca (è ancora così? non hanno cambiato idea?). E benvenuta alla giovanissima “grandmather” nel club delle Supernonne!!!

    Rispondi
  11. ladygabibbo

    ero entrata per farti i saluti e vedere a che punto eravate e trovo questo bellissimo post…ok mi asciugo le lacrime eti mando un abbraccio forte e una coccola a luca e alla pricipessina:-)
    ciao ci si legge a fine mese:-)

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...