corsi e ricorsi

In marzo riprendo il corso di scrittura. L’ultima lezione del vecchio, lo sperimentale sul romanzo, ci sarà martedi, credo ci andrò unicamente per salutare e avere notizie di quello nuovo.
L’esperimento a quanto pare non è riuscito malissimo,  tre romanzi  brevi scritti a più mani. Nonostante il mio distacco finale, una traccia in quello di genere erotico ce la lascio. Avevo scritto anche un raccontino da inserirci, ma l’ho abiurato subito dopo.  Scritto in fretta, male, e poi mi vergognavo…non è il mio genere descrittivo…  Ma non lo erano neanche gli altri due temi a dir la verità,  o forse il romanzo in sè non è il mio genere.
Il corso praticamente non lo sto seguendo più, c’è stato un lungo intervallo per consentire di finire i pezzi, metterli insieme,  fare l’editing, ma ormai mi sentivo fuori.  Non lo avevo frequentato con l’idea di scrivere ma di assistere, poi mi è venuto una specie di rigetto del gruppo. Le persone, messe insieme, cambiano, anche io probabilmente lo stesso, e  insieme non mi piacevano, poi c’erano state storie, non con me, ma che comunque mi avevano fatto disamorare. Competizione e malevolenza, il solito. Ma tanto quelli che sono gli amici restano.
Infatti ho pensato di continuare a seguire il corso normale, dove sono indipendente, e di non iscrivermi più a quello sperimentale incentrato sul racconto,anche se c’è la possibilità di pubblicare. Ma non è lo scopo del  io scrivere, pubblicare, mi va bene essere letta anche qui. Preferisco non avere obblighi di consegna e impegni temporali al di fuori della lezioni. Poi veramente mi sento già abbastanza incasinata, che  non sto capendo più niente, di tutto quello che ho da fare, e appunto in attesa di cambiamenti…
Mi sono anche dimenticata della protesta davanti alla Mangiagalli per la 194 e sono andata inveve a fare la lampada…
Al corso ci tengo perchè resta il mio stimolo  culturale, ed un modo di mettere il naso fuori di casa. 
E poi ci sono alcuni argomenti, tra le lezioni, che mi interessano, tipo Centralità dell’individuo,come farlo vivere, e poi Cosa attiene all’esperienza personale e cosa no, che sono due  mie problematiche che incontro nello scrivere, al di fuori del blog. Magari mi illumino.

Per chi avesse interesse,  copioincollo qui i programmi.
Questo quello che faccio, però mancano i nomi dei relatori

         PROGRAMMA CORSO DI SCRITTURA AVANZATO

                                                       dal 5 marzo 2008

                          AZALAI via Gian Giacomo Mora 15

                                                    Mercoledì ore 19.30

 5 marzo                    L’oggetto come simbolo e strumento di narrazione

12 marzo                  Il racconto di viaggio

 19 marzo                  Scrivere a quattro mani

2 aprile                     La letteratura meticcia

 9 aprile                     Romanzo: le scelte prioritarie

 16 aprile                   Relazione e distanza tra autore, voce narrante e personaggio

 7 maggio                  Questioni di stile    

14 maggio                Centralità dell’individuo: come farlo vivere

 21 maggio                 Il romanzo metropolitano

28 maggio                 Protagonista, antagonista, complice

 4 giugno                    Le strategie narrative in Alice Munro

 11 giugno                  Cosa attiene all’esperienza personale e cosa no

 18 giugno                  I nuovi scrittori italiani

 

e poi ci sono questi,il base e poi il giornalsmo

Per apprendere l’arte del narrare

 

laFeltrinelli di Piazza Piemonte secondo piano

dal 4 marzo 2008

CORSO DI SCRITTURA

12 lezioni di martedì

 

Programma Primavera 2008

4 marzo                            La descrizione e l’accelerazione della storia

11 marzo                          Rappresentazione e pigrizia inventiva

18 marzo                          Il racconto autobiografico

1 aprile                             La suspence come stato d’animo del lettore

15 aprile                           Un’idea precisa, una sola, per dare forma e sostegno

6 maggio                           Dire o non dire: cosa nascondere al lettore

13 maggio                         Dal diario alla distanza necessaria

20 maggio                         Il tempo nel racconto e nel romanzo

27 giugno                          L’incipit come spartiacque tra le tante possibilità

10 giugno                          Ritmo, rallentamento, pausa

1 luglio                              La gamma dei finali possibili

8 luglio                              Elogio della revisione

                                                                 lezioni di

Marco Archetti                                                                                      Paolo Cognetti

Marisa Bulgheroni                                                                           Paolo Colagrande

Carmen Covito                                                                                       Bruna Morelli

Marta Morazzoni                        Alberto Rollo                                 Gianni Turchetta

                                    Per informazioni e iscrizioni

tel. 349.3206832                                                                miorelli@radiopopolare.it

 

                           PROFILO DEGLI INSEGNANTI

Marco Archetti

Scrittore. Ha vissuto alcuni anni all’Avana, esperienza da cui è nato il libro d’esordio Lola motel, Meridiano Zero. Con la casa editrice Feltrinelli  ha pubblicato Vent’anni che non dormo e Maggio splendeva, sua ultima affermazione.

 

Marisa Bulgheroni

Autrice del romanzo Un saluto attraverso le stelle, Mondadori,  e della raccolta di racconti Apprendista del sogno, Donzelli. Americanista, ha curato Tutte le poesie, di Emily Dickinson, Meridiano Mondadori, della quale ha narrato la vita nel libro  Nei sobborghi di un segreto.

 

Paolo Cognetti

Scrittore e documentarista. Con Minimum Fax ha pubblicato due raccolte di racconti, Una cosa piccola che sta per esplodere e Manuale per ragazze di successo. Per la stessa casa editrice, settore media, ha realizzato la serie Scrivere/New York, nove puntate su scrittori newyorkesi da cui è stato tratto Il lato sbagliato del ponte, viaggio tra gli scrittori di Brooklyn.

 

Paolo Cologrande

Vincitore del Premio Campiello Opera Prima 2007 con il romanzo Fìdeg. Assieme ad Ugo Cornia, Daniele Benati e Paolo Nori fa parte del gruppo degli scrittori emiliani, gruppo che ha dato vita alla rivista L’accalappiacani.

 

Carmen Covito

Scrittrice e traduttrice. Ha esordito con La bruttina stagionata cui ha fatto seguito la versione teatrale e cinematografica. I successivi romanzi sono: Del perché i porcospini attraversano la strada, Bompiani, Benvenuti in questo ambiente, Bompiani, La rossa e il nero, Mondadori. L’ultima sua pubblicazione è L’arte di smettere di fumare (controvoglia), Mondadori.

 

Marta Morazzoni

Autrice di romanzi e racconti. Ha ricevuto numerosi premi, tra cui il Campiello. La ragazza col turbante, Longanesi, è la raccolta di racconti dell’esordio, cui hanno fatto seguito Casa Materna, Longanesi, L’invenzione della verità, TEA, L’estuario, Il caso Courrier, Una lezione di stile, Un incontro inatteso per il consigliere Goethe, tutti Longanesi, La città del desiderio, Amsterdam, Guanda. 

 

Bruna Miorelli

Giornalista culturale di Radio Popolare Milano. Ha curato le antologie di racconti Da un mondo all’altro, Racconta, Racconta due, tutte la Tartaruga edizioni. Ha curato inoltre la raccolta di saggi Millelibri, Oscar Mondadori, e Ciao Bella, Lupetti. Con Rosaria Guacci è autrice di Come scrivere, Zelig.

 

Alberto Rollo

Responsabile editoriale della casa editrice Feltrinelli. Traduttore, critico e studioso di editoria. E’ stato co-direttore della rivista Linea d’Ombra. Ha collaborato con Quaderni Piacentini, Ombre Rosse, Belfagor, Immaginazione, L’Unità, Diario.

 

Gianni Turchetta

Saggista e docente di letteratura italiana all’Università Statale di Milano. E’autore di Dino Campana, biografia di un poeta, Feltrinelli, Critica, letteratura e società, Carocci, Il punto di vista, Laterza, “Io quelli che sbadigliano li ammazzerei”, CUEM.

 

           per un giornalismo d’inchiesta e reportage

                        presso la libreria La Feltrinelli

                                          di via Manzoni

                           dal 28 febbraio 2008

          LEZIONI DI GIORNALISMO

                                                teoriche e pratiche  

                                 con analisi dei pezzi scritti dai corsisti

                          12 INCONTRI A CADENZA SETTIMANALE

                                                   giovedì ore 18

Le strutture fondamentali dell’articolo

Attacco e chiusura del pezzo

La prima pagina

Il reportage di viaggio

L’intervista

La cronaca locale

Il risvolto economico della notizia

Lo scavo sociale

Progettare un’inchiesta

Recensire un film, un libro, uno spettacolo

Cosa si intende per buona scrittura giornalistica

Come narrare un fatto violento.                                                                                   

 

Lezioni di

Piero Scaramucci           Assunta Sarlo                 Oreste Pivetta   

Bruna Miorelli                                                 Andrea di Stefano 

 

Per informazioni e iscrizioni

 

Tel. 349. 3206832,  02. 39241355                                     miorelli@radiopopolare.it

Obiettivi del corso

 

Il ciclo di lezioni si propone di chiarire quali sono le modalità di base della scrittura giornalistica, approfondendo in particolare l’inchiesta e il reportage.

 

Oltre agli interventi degli insegnanti che metteranno a fuoco problemi e soluzioni, è prevista l’applicazione pratica di quanto detto. Lo si farà assegnando dei lavori da fare a casa: articoli di vario genere, recensioni e interviste. Alcuni pezzi verranno letti dal vivo ed esaminati durante le lezioni, tutti saranno consegnati al coordinatore e restituiti corredati di editing e commento.

 

Oltre a individuare le regole di fondo si darà spazio alla riflessione sulla qualità della scrittura. C’è una specie di gergo giornalistico fatto di frasi fatte e luoghi comuni. Spesso chi si avvicina a questa attività cerca di appropriarsene  in fretta e furia. Ma è davvero questo che bisogna fare?

Inoltre, non esiste un solo tipo di scrittura che vada bene per tutte le occasioni. Ad esempio il reportage non si limita a lunghezze e temi diversi, richiede anche un respiro linguistico e un orizzonte che si avvicina a quello del racconto e della narrativa. Affronteremo il reportage di viaggio.

 

Sempre meno i media danno spazio all’inchiesta e alla ricerca sul campo. Quello che va sotto il nome di inchiesta spesso è solo un insieme di dati ricavati da internet più qualche intervista. Ci chiederemo innanzitutto cosa sia una vera inchiesta, a quali requisiti risponda, quali siano le fonti.

 

Profilo degli insegnanti

 

Andrea di Stefano scrive su Repubblica e dirige la rivista “Valori”da lui fondata.

Oreste Pivetta è giornalista dell’Unità, ha diretto per anni la rivista culturale "Linea d’ombra" e pubblicato alcuni romanzi.

Assunta Sarlo lavora nella redazione del settimanale Diario, dopo una lunga esperienza a il Manifesto.

Piero Scaramucci ha fondato e diretto Radio Popolare, ha lavorato per molti anni al telegiornale RAI, fa parte dell’Authority sull’informazione della Lombardia.   

Bruna Miorelli è giornalista culturale a Radio Popolare, ha pubblicato “Come scrivere” con il gruppo Baldini & Castoldi e ha curato numerose antologie.   

 

 

 

PROGRAMMA

 

Una notizia che riveli e non occulti la realtà

 

Il retroterra psicologico e sociale della cronaca nera

 

Politica interna e la cronaca politica

 

La preparazione dell’intervista, la sua realizzazione e la stesura finale

 

Editoriale, fondo, commento, opinione

 

Progettare un’inchiesta: quesito, contatti, articolazione

 

Inchiesta sul campo: fonti, taglio, struttura

 

La divulgazione scientifica

 

Gli ingredienti indispensabili del reportage

 

Reportage di viaggio: i migliori esempi nella storia del giornalismo

 

Raccontare le catastrofi

 

Risultati e strutturazione dell’inchiesta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...