incontro ravvicinato con il navigatore

Ieri mia sorella è stata ricoverata in ospedale per problemi respiratori, ed avevo deciso che sarei andata da lei oggi dopo l’ufficio. Con un grande senso di colpa, perchè non ci vediamo mai e ci sentiamo poco, e ci vogliono queste cose per darsi una mossa. Ma di questo ho intenzione di parlare in seguito, ci sono cose e giochi di sentimenti molto complessi, e storie di vita familiare.
La Princess ha voluto accompagnarmi, e proprio sono contenta di avere dei figli come li ho, con un cuore, sono stata fortunata.
E poi il Prence ci ha accompagnato in macchina, ed è salito con noi a visionare questa zia un po’ tanto giù di corda. Che credevo si sentisse in imbarazzo, ed invece era tutta contenta di questo "pettegolezzo", in senso buono, che le si presentava nell’ interminabile  grigia giornata ospedaliera. Grige un po’ tutte le sue giornate, credo.
Nel tragitto il Prence scherzava "oh Mamma Tip sulla mia macchina" ma  ero presa dal navigatore…che comunque io funzionavo bene altrettanto. Non ero mai stata a tu per tu con un navigatore, tranne che sul taxi, ma stavo sul sedile dietro. Ti dice le cose un po’ prima, per fortuna. Sa dei lavori in corso, ma non del casino di macchine che c’è. E se ti dice gira a destra e tu obbedisci, perchè  ormai lo segui come in trance (io faccio un sacco di solite cose come avessi il pilota automatico) e sulla destra c’è uno che attraversa, lo falci?  Secondo me può essere pericoloso…
ma si sa che non mi estasio per i  prodigi della scienza e della tecnica, sono un po’ animalesca, li guardo con sospetto, devo annusare…
Capisco che possa essere utile, e comodo, ma mi sembra lo si possa annoverare tra le innovazioni che portano il cervello ad atrofizzarsi… che quando saranno tutti atrofizzati, nessun cervello  sarà in grado di progettare altre innovazioni e magari ci ritroveremo a ricominciare da zero, a scoprire il fuoco, raccogliere i fiorellini nei prati e ad inventare la ruota.
Che poi ho chiesto al Prence, ma uno può scegliere la voce che preferisce, per esempio una bella calda maschile? Certo che si sceglie.  E se poi uno si innamora del navigatore, sempre chiusi in macchina insieme, che ti parla suadente e si prende cura di te? Mah! che comunque, se navigatore ha da essere, preferisco sempre quelli dell’altro tipo, quelli originali…
Annunci

8 pensieri su “incontro ravvicinato con il navigatore

  1. yukshee

    Il mio parla in francese (poca scelta: visti i nomi delle strade e delle città, o francese o olandese… l’olandese non lo capisco, il francese lo parlo bene) e ha la voce da pirla.
    Annusarlo è inutile: plastica cristalli liquidi cip eccetera non hanno odore. Bisogna fidarsi da subito.

    Non credo sia possibile innamorarsene (la voce pirla che parla in francese è un forte deterrente); piuttosto, una si fa suora.
    Di clausura, proprio.

    😉

    Rispondi
  2. roberts

    Mah… io ho girato l’Europa con solo una piantina… il navigatore mi pare tanto una cosa “trendy”…

    Comunque si può cambiare la voce…. ho amici che l’hanno in dialetto!!!!

    ^____^

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...