Giretto al mercato.

Sembra di essere a Marrakech, ha detto la mia collega. Volevo curiosare qualcosa per me, ma poi come al solito quando sono con gli altri mi passa la voglia. Ho comprato un golfino per la Princess, viola per la rossa, mi sarebbe piaciuto, è un colore che mi sta bene, ma c’era solo piccolo. E ho preso mandarini e uva, li ho legati sul davanzale della finestra qui in ufficio per tenerli al fresco,  così ho scoperto il vasetto di yogurth alle fragole che ci avevo messo la settimana scorsa. Mica mi ricordavo,  è bassino e non si vede.  Ha resistito perfino al ventaccio di venerdì…giustamente, ha fatto il suo dovere,  non era ancora scaduto!

Pensavo in questa specie di kasbah del quartiere dove lavoro, allo "straniero" di ieri su filobus, vicino a me. Con uno sguardo tristissimo, aveva aperto il suo cellulare ed ascoltava una canzone del suo paese, quella che per me è una lagna, mi ricorda le musiche  che sentivo alla radio in Marocco, quando ci ero andata in vacanza al Mediterranee con mi a cugina. Stava appoggiato alla stanga del filobus ed era triste. Noi ci lamentiamo, di loro, delle baraccopoli, che ce ne sono troppi . Però forse non pensiamo  che loro mica saran contenti, di essere qui, e di vivere così, ai margini. C’è qualcosa di sbagliato, di ingiusto in tutto questo, proprio di fondo.

15 pensieri su “

  1. pcube

    ci manca sempre la casa quando siamo lontani … ci mancano i sapori gli odorile mimiche con cui siamo cresciuti

    LE scelte della vita ci portano lontano e forse potremmo fare qualcosa per farli sentire meglio accolti e forse dovremmo tutti rispettare le leggi anche quelleche non ci piacciono 😀

    Rispondi
  2. Seigradi

    Già, la tua ultima frase centra perfettamente il problema… e te lo posso garantire.
    Anche i miei, comunque, stanno spesso con il cellulare aperto e con quella loro musica che è una strana cantilena…

    Rispondi
  3. lucia58

    Finalmente una persona che ragiona sensibile e che riflette senza dire malignità razzistiche su queste persone che sicuramente non vorrebbero star qui ad essere sempre colpevolizzati. Brava sono contenta di aver incontrato una persona come te.Un saluto e…..

    Rispondi
  4. lucia58

    Finalmente una persona che ragiona sensibile e che riflette senza dire malignità razzistiche su queste persone che sicuramente non vorrebbero star qui ad essere sempre colpevolizzati. Brava sono contenta di aver incontrato una persona come te.Un saluto e…..

    Rispondi
  5. lucia58

    Finalmente una persona che ragiona sensibile e che riflette senza dire malignità razzistiche su queste persone che sicuramente non vorrebbero star qui ad essere sempre colpevolizzati. Brava sono contenta di aver incontrato una persona come te.Un saluto e…..

    Rispondi
  6. lucia58

    Finalmente una persona che ragiona sensibile e che riflette senza dire malignità razzistiche su queste persone che sicuramente non vorrebbero star qui ad essere sempre colpevolizzati. Brava sono contenta di aver incontrato una persona come te.Un saluto e…..

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...