Pensieri sparsi, e magari anche confusi, sull’onda dei tiggì.

Il libro della giungla, il film, ha 40 anni…uno dei più belli di Disney, per me. Le canzoncine… gli elefanti in fila, con l’elefantino, le scimmie con Re Luigi scatenato… Ma  sono andati nel dimenticatoio i documentari di Disney, tipo Deserto che vive? So un sacco di cose sugli animali un po’ perchè ne leggevo molto, ma anche  perchè quei documentari,  da ragazzina,  me li bevevo,  credo mi affascinerebbero ancora ora. Forse ci saranno su Sky, che non ho, ma non so… è che ho quasi divorziato dalla TV. E comunque,il pensiero 40 anni,  fa spavento…
Spavento, mi spaventano queste notizie di cronaca sui romeni. Penso alla casa in campagna, a quelli che sono venuti a casa nostra, ma che abbiamo trattato bene. Penso che una volta ci andavo anche da sola in giornata a potare. Adesso non lo farei più… calo di entusiasmo? interessi diversi? meno energie, età che avanza? Un po’ anche la paura. Dopo tutti i furti che abbiamo subito – una volta che li hanno presi, erano italiani però – io lì non ci sto proprio più tranquilla.
Ci ho pensato spesso, che si sogna tanto la casetta col giardino, la campagna… una volta la sognavo anch’io, anche adesso come idea mi piacerebbe, ma mi sento più sicura in città, in condominio. Non è razzismo, credo, spero, e neanche classismo.  Non mi sento razzista non mi sento classista. La violenza, la mancanza di freni, di rispetto, mi fa paura, di qualunque nazionalità e censo.  Una cosa che mi sono ritrovata a dire spesso, che alla base di qualunque rapporto ci deve essere rispetto. Una legge universale. Alla base dell’amore, della convivenza, della civiltà… verso i nostri cari, e anche chi non conosciamo,  gli animali, le piante…se ci fosse il rispetto alla base di tutto, ci sarebbero meno problemi. Utopia…

9 pensieri su “

  1. treeonthehill

    perfettamente d’accordo.mi dispiace ammetterlo ma la mancanza delle più elementari norme di civile convivenza e di rispetto reciproco vengono a mancare quando si ha a che fare con certa gente. Si potrebbe obiettare che la colpa è del contesto in cui sono cresciuti, nella mancanza di educazione e di senso civico, ma questo non può essere scaricato sulle spalle di inermi cittadini. Mi dispiace tanto per quella povera signora Giovanna

    Rispondi
  2. IosonoIo

    ogni giorno si consumano tragedie ,alcune palesi altre no.
    Il problema è che alcuni esseri umani a dir poco spregevoli,hanno comunque le sembianze della specie ed è difficile identificarli se non prima si manifestano nella loro essenza.
    Ma quando ciò accade è troppo tardi,perchè non c’è pena che possa restituire il danno che hanno creato…

    Rispondi
  3. dianablu64

    Una casa in campagna è sempre stato il mio sogno. Forse perchè legato ai ricordi dell’infanzia: era bellissimo quando, da bambini, portavano me e i miei fratelli nella casa di campagna dei nostri cugini. Passavamo la giornata ad arrampicarci sugli alberi o a raccogliere la frutta fresca, recuperavamo un pò di “selvaggiume” e di libertà di cui in città non potevamo godere. Per quanto riguarda il discorso della sicurezza, non si è tranqulli in campagna ma non lo si è neanche in città (vedi i fatti delle recenti aggressioni). Il problema non credo dipenda tanto dalla provenienza dei delinquenti se rumena, albanese, o anche solo napoletana. Quello che accomuna questi individui è la mancanza di scrupoli. Il discorso grave è che nel nostro paese non c’è nè l’applicazione severa delle leggi ma sopratutto la certezza della pena. Questa gente anche se messa in carcere tra benefici di legge, indulti e sconti di pena è fuori dopo pochissimo tempo. A conferma di ciò, proprio ieri hanno trasmesso un servizio nel quale dicevano che la Romania è uno dei paesi più tranquilli dell’europa, con un tasso bassissimo di criminalità. I rumeni, a casa propria, si comportano come si deve perchè sanno che se sbagliano la pagano in maniera salata. Quando vengono in italia invece sanno che ciò non accade. Mio figlio di 15 anni, alla fine del servizio in tv, ha commentato dicendo: il nostro sembra il paese dei balocchi!

    Rispondi
  4. tiptop

    Iosonoio, dici una cosa giusta…e poi parli di specie e non di nazionalità. Perchè così è.

    In campagna è bello, si, lo vedo alla vendemmia sopratutto quando portano anche bambini piccolini che scorrazzano liberi e pieni di scoperte…e altre volte, quando i miei figli erano piccoli, loro amichetti che non avevano mai visto pulcini, anatroccoli, coniglietti dal vivo. Però… quando penso che puoi camminare lungo la strada, una macchian fermarsi e tirati dentro e non c’è nessuno per chilometri, che possa vedere… se penso mia figlia raggiungere a piedi così gli amici, io ho paura. E da ragazzina a dieci anni andavo da sola in bicicletta dalla villa a Baveno, quattro km, e da sola col cane di mia cugina a fare giri nei boschi… Non so, ora è diverso. La gente è diversa. Ed anche i boschi, non sono più puliti, e frequentati, sono aumentate anche le vipere.

    Rispondi
  5. Lilimpa

    hai ragione…
    Io a volte mi ritengo superficiale..abituata alla mia zona..provincia tranquilla..
    poi qualche settimana fa la notizia che una ragazza che stava correndo sola è stata violentata vicino a casa mia..
    Non c’è più spazio per l’ingenuità..nemmeno qui.

    Rispondi
  6. tiptop

    Non è in contraddizione, è precedente, poi alle cose ci pensi e rifletti.
    Io con i romeni ho a che fare…leggi un sacco di cose e ci pensi. Mi spaventano, come mi spaventano omacci ubriachi, di qualunque nazonalità. Poi ti accorgi che il modo come stanno propagando le notizie, stanno fomentando una specie di caccia all’uomo, vengono pooliticamente cavalcate, e allora lo spavento è diverso, di un altro genere.

    Rispondi
  7. Shoruel

    Tip, non ti credo razzista, purtroppo la criminalità c’è.
    C’era una volta è c’è adesso, solo che ora se ne sente parlare di più e la paura (sentimento positivo) ci incita a una maggiore prudenza

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...